english espanol francais deutsch italiano portugues


fondatoredicafh

space

santiagobovisio space
 
 

Pagina iniziale

Biografía

Insegnamenti

Cafh Oggi

 

space
<  3  > 

Dal 1948  al 1962  Don Santiago lavorò per stabilire le basi di quello che è Cafh al giorno d’oggi: un’organizzazione spirituale con un Regolamento, un Metodo di Vita ed un Cerimoniale  che dà ai suoi membri i mezzi per lavorare spiritualmente e svolgere il proprio stato di coscienza. I membri di Cafh si riuniscono ogni settimana in piccoli gruppi per studiare, meditare, dialogare ed approfondire la loro vita spirituale.

Don Santiago fondò gruppi di Cafh in Argentina, nel Brasile, in Cile e in Venezuela. Durante la sua vita, Cafh cessò di essere un ordine segreto: Don Santiago aprì comunità e case di Ritiro, creò istituzioni ed opere patrocinate da Cafh che resero esplicita la sua esistenza. Oltre a questo, insegnò ai membri di Cafh la necessità di brindare il Messaggio della Rinuncia alla società, e di porre Cafh a disposizione di tutti coloro che desiderassero di svolgersi spiritualmente. Don Santiago trasmise l’insegnamento per mezzo di un’ampia varietà di scritti come pure attraverso dei Messaggi presentati annualmente nell’assemblea annuale di Cafh.

Sebbene Don Santiago avesse fondato Cafh ispirandosi nella tradizione degli ordini esoterici europei, fin dal primo momento insistette –nel 1937  lo scrisse nel Corso “Svolgimento Spirituale” – che l’umanità stava entrando in una nuova era, che sarebbero successi grandi cambiamenti nella società, e che si sarebbero scoperte possibilità mai sognate. Con questa visione e col lavoro interiore realizzato fino a quel momento dai membri di Cafh, nel Messaggio del 1956 Don Santiago ampliò il cammino mistico – fino allora un cammino d’introspezione e d’orazione - verso un approccio più espansivo: un cammino che abbraccia la società e la condizione umana.  Don Santiago insegnò che la Partecipazione con tutte le anime è l’essenza dell’amore.
 
 
santiagobovisiofundadordecafh
 
Il Messaggio del 1957 spronò i membri a realizzare ed a trasmettere l’idea della Rinuncia, e rese più esplicito il significato della Partecipazione, spiegando i suoi due aspetti: partecipare è condividere con altri la ricchezza spirituale che scopriamo attraverso la nostra comprensione e le nostre esperienze. Partecipazione significa anche apprendere da quello che consideriamo buono ed applicabile nelle nuove idee, e dalle scoperte che appaiono nella società.  

Il Messaggio del 1960 contestualizzò la Mistica del Cuore, dicendo che dovevamo sostenerla su una base rigorosa di conoscenza, per poter valutare le nostre esperienze interiori e le nostre credenze con una maggiore chiarezza; infatti, la valutazione che possiamo fare basandoci solo sulle nostre esperienze soggettive, tende a dare importanza alle nostre impressioni percettive più che ai fatti presi così come sono successi.


1  |  2  |  3  | 
pagina seguente
 


cafhorder

© 2008-2017 Cafh. Riservati tutti i diritti.
Cafh® è marca registrata.